ITALIALIBRI - RIVISTA MENSILE ONLINE DI LIBRI ITALIANI, BIOGRAFIE DI AUTORI E RECENSIONI DI OPERE LETTERARIE

IN PRIMO PIANO


La farfalla dalle ali bruciate
Un senso problematico e sofferto della natura
Nella raccolta 'Particolari in controsenso' Marco Balzano osserva la realtà nel suo rovescio, nella sua controtendenza. Una visione della vita e della natura dove al senso si rinuncia; una visione disincantata e talvolta amara del tempo. (Roberto Caracci)


Balzano. La farfalla dalle ali bruciate
Un senso problematico e sofferto della natura
Viviani. Per una psicanalisi non istituzionalizzata
Al di fuori di qualunque dogmatica moralità
Maldiney. La follia e l'implosione dell'evento
Le modalità della malattia mentale si radicano nelle strutture stesse dell’esistenza
Landolfi. Apocalisse da camera
Apologia dell'incomunicabilità
Andres. Conversazione con se stessi
Il valore terapeutico della scrittura
De Santis. Girando a vuoto sul parquet
Un mondo al di là del reale
Piccini. L'amore nelle stagioni in fuga
L'esperienza cosmica di Daniele Piccini
Romanò. Le parole in viaggio del coltivatore nomade
Lo sguardo impermanente del viaggiatore
Salari. Passione di conoscenza e verità della poesia
Equivalenza tra scrittura poetica e scrittura saggistica
Salari. Le asine di Saul, sparpagliate nei sentieri infiniti della vita
Uno spazio nuovo di congiunzione nella scrittura per la Poesia e la Filosofia
Salari. La ricomposizione dell'universo poetico pensante
Verso una convergenza tra poesia e filosofia, tra lirismo e speculazione, tra mito e logo
Sanzio. Raffaello e la loggia di Amore e Psiche alla Farnesina.
La favola di Apuleio ricorda forse le vicende del costruttore
Vitagliano. Alla ricerca dell’heimat perduta.
Riflessioni sulla poesia civile in Italia.
Giametta. Per una scenografia narrativa dei valori in atto
A proposito di una morale che non fa la morale
Della Rovere. I Musei Vaticani
Una straordinaria sedimentazione di Storia
Vasari. La Galleria degli Uffizi
Il fiore dell'arte del Rinascimento
degli Esteri. Dove la Diplomazia incontra l'Arte
Verso una Farnesina abitata dalla cultura italiana contemporanea
Nazionale. Il tempio inglese dell'arte italiana
All'avanguardia nella valorizzazione e nella conservazione dell'Arte
Rastrelli. Il Palazzo d'Inverno
La ricca e raffinata raccolta del museo Ermitage
Parigi. La magia del Louvre
Una collezione di circa 30.000 pezzi, tra cui alcuni capolavori assoluti.
Massarenti. Chi decide della dignità di un nano?
Ovvero, la liberta di liberarsi da alcune libertà fondamentali
Lagazzi. Il ritorno di Hermes nella critica letteraria
«Nel segno del Tao e di Mercurio, distruggiamo la regia più autoritaria e autoreferenziale che ci sia: quella dell’Ego.»
«L’aria che la sbatt nel nient di omm»
Appunti su
Aria de la memoria, Poesie scelte 1973-2002
Sullo scaffale, a portata di mano
Letteratura, adolescenza e romanzo di formazione
Una scrittura nuova... o solo stanca?
Un'antologia in sloveno raccoglie un campione significativo della narrativa breve italiana contemporanea

L'anima... e ciò che la contiene

Poesia erotica. Un genere nato insieme alla scrittura
Lo sguardo nostalgico degli esuli
L'eroe in lotta contro «i perigliosi varchi della Storia»
«Non passerò come ombra nel nulla»
Càpita, un libro sull’ascolto di sé e sull’educazione all’attesa
Il Sacrificio Volontario
Karin Boye e la “dialettica degli opposti”
Dalla Royal Society
al Santa Fe Institute

L’effetto butterfly suggerisce che ciascuno di noi è in grado di cambiare il mondo.
Nel corpo della poesia
Il destino di un autore va oltre l'intenzionalità delle azioni preordinate a valorizzarne l'opera.
Arsenio Lupin, Babbo Natale 2005
Al celebre fantasista francese l'ambito riconoscimento messo in palio dalla Redazione di ItaliaLibri.
Tornare a Moravia
Quando la madre è una fanatica SS
Il coraggio della testimonianza
L'uomo in mare

In ricordo di Sergio Atzeni (Capoterra, 1952 – Isola di S. Pietro, 1995)
La Musa senza un “pubblico”
Produzione e fruizione, comunità e mercato della poesia
L'onda
Due o ter cose su dove e come si legge poesia in Italia.
Un perenne giuoco di specchi
Tra i critici prevale l'opinione che Gertrud Kolmar sia estranea ad ogni corrente poetica e letteraria
I vent'anni di «Schema»
Il primo numero è uscito nel 1985 a Milano, in un clima di dibattito culturale
Della vita e del cielo
Appunti sull’opera narrativa di Antonio Debenedetti
Tra esotismo e mito

Non esiste realtà oggettiva, se non perennemente trasformata da quella inesauribile ‘sorgente creativa’ insita in oguno di noi.
Giorgio Bassani, la Germania e l'Europa
L’Addizione Verde: civiltà e barbarie viste dal Delta del Po

Ricerche bibliografiche in Internet

Come accedere ai cataloghi delle più importanti biblioteche pubbliche in Italia e all'estero
Tra memorie storiche e individuali

Paolo Di Paolo a Il giardino d'inverno.
L'organizzazione delle parti

Pensieri sulla nascita e sull'evoluzione del libro di poesia
Dio nel Novecento

Spunti sulla presenza dell'Altissimo nella letteratura del secolo scorso
Alfred Bernhard Nobel
I meccanismi che regolano il processo di selezione
Intuizione, figlia del silenzio

Da Eckhart al Buddha: il percorso di un'intuizione etica e spirituale
Giovanni Raboni, 1932-2004
Uno dei più grandi poeti contemporanei
Una rivolta contro la Ragione
il fenomeno di entusiasmo collettivo scatenato dalle dichiarazioni di Oriana Fallaci
Tentare bei cieli più tersi

Appunti per un ritratto di Guido Gozzano
Nove saggi danteschi
Un
cercare pieno d'incanto
L'arte inquietante della prefazione
Viaggio alle origini profonde della critica
Il Manifesto di Ventotene
Il documento che ha ispirato l'idea di Unione europea
L'estate, la sera
Atmosfere, luoghi, tempi in Pier Paolo Pasolini
Storia di un quadro
Una vita ispirata all'arte
Tolleranza “zero”
Il metodo Feuerstein
Diritti del risparmio, percezione del rischio e dimensione della frode

I casi Cirio e Parmalat
Ligusticità di Enrico Bonino
Questa dimensione di luce

Alda Merini, poetessa milanaese
Il
rococò del mondo borghese
Gli Indifferenti di Alberto Moravia
Questa dimensione di luce

Alda Merino, poetessa milanaese
La "nuova" scrittura del '900

Riconoscere e interpretare i paradigmi nella scrittura del Secolo breve
Vizi letterari

Viaggio intorno ai peccati capitali di alcuni protagonisti della letteratura
Campiello 2003
Più che il libro poté il buffet
Tomaso Landolfi
Il seno a punta di Gurù
Un protagonista del mondo letterario contemporaneo
40° Anniversario
Gruppo 63 e Neoavanguardia
Per i settant’anni di Vincenzo Consolo
Risvegliarsi sotto un altro cielo

Quarant'anni fa

Pacem in Terris
Parchi culturali
Liguria, terra di poesia e di cultura
Immagini da un mondo rovesciato
L'utopia letteraria di Richard Rorty
Immagini da un mondo rovesciato
Utopia come non-città
Immagini da un mondo rovesciato
L'origine dell'utopia

Immagini da un mondo rovesciato
Dall'utopia all'antiutopia

Immagini da un mondo rovesciato
L'utopia letteraria di Richard Rorty

Carver, Cerami, Checov, King...
In morte del racconto
..ovvero: brevi considerazioni sul perché da qualche decina d’anni a questa parte, il racconto è un genere letterario destituito di qualsiasi importanza.
(di Margaret Collina)
John Grisham-Dino Buzzati
In fuga dal Natale
di Margaret Collina
Isaac Bashevis Singer
Satana a Goray
di Margaret Collina
Margaret Mazzantini, si aggiudica il
Premio Strega 2002
«Cera e oro»
Il romanzo del post- colonialismo italiano
XVFiera internazionale del libro di Torino
Il tempo di leggere
Teresa d'Avila. «Donna inquieta e girovaga, disubbidiente e contumace...»
di Margaret Collina
Il rapporto tra lettura e sviluppo della vita psichica
Crescere per leggere, leggere per crescere
Di Marcella Danon
Igazio Silone e la serietà degli storici
Lettera aperta al professor Tamburrano (di Andrea Paganini)
SBN. Chi cerca trova
Il Servizio Bibliotecario Nazionale
Domenico Starnone vince il Premio Strega 2001 con Via Gemito
Il linguaggio del teatro popolare
di Federico Berti
1999-2000 Un anno con «La Libreria di Dora»
Primo anniversario ItaliaLibri
Impossibile non darsi alla scrittura
ricordi di viaggio e di lettura di Gina Lagorio
Sinottica delle analogie tra il Giovanni Maria Visconti e i Promessi sposi
Analogie tra il Giovanni Maria Visconti e i Promessi sposi
di Franco Manzoni
Breve storia del Premio Strega
Breve storia del Premio Campiello
Un tè per Moravia.
Roberta Simonis ricorda l'incontro nello Yemen
Gli amici di Moravia lo ricordano a 10 anni dalla scomparsa
Breve storia dell'Inglese, la lingua che rischia di far scomparire l'italiano
Manifesto in difesa della lingua italiana. Lettura comparata
Premio Campiello 2000
L'Accademia della Crusca
Fu Ernesto Ferrero il vincitore del Premio Strega 2000 con N.
Un parere sul caso Silone: Andrea Ermano («Avvenire dei lavoratori»
«Quello che voglio è vivere moralmente». Lettera di Silone a Bellone
Oltre la polemica. Rassegna stampa sul caso Silone
C.G.Jung: «Dentro di noi abbiamo un'ombra»
divisorio
CONTRIBUTI RECENTI

Per una psicanalisi non istituzionalizzata
Al di fuori di qualunque dogmatica moralità
Si può uccidere la psicanalisi, dice Cesare Viviani ('L’autonomia della psicanalisi'), facendone uno strumento del conscio per neutralizzare l'inconscio o, più rozzamente assimilandola alla psicoterapia, oppure, confondendo l'ermeneutica con l'interpretazione e, ancora, utilizzandola al fine di un'omologazione culturale. (Roberto Caracci)
La follia e l'implosione dell'evento
Le modalità della malattia mentale si radicano nelle strutture stesse dell’esistenza
Henry Maldiney (Pensare l'uomo e la follia) nota come nel linguaggio occidentale il lessico riferito al comprendere, custodisca una radice ‘prensile’. Nella follia, vi sono due cortocircuiti, che riguardano il rapporto tra esperienza e tempo da una parte, ed esperienza e spazio dall’altro. In entrambi i casi, quello della malinconia e quello della schizofrenia, Maldiney evidenza una sorta di patologia di esperienza, di cui l’impermeabilità all’evento è una delle cifre rappresentative. (Roberto Caracci)
Apocalisse da camera
Apologia dell'incomunicabilità
Ne La Piccola Apocalisse l’interesse della narrazione è totalmente rivolto alla parola. Tommaso Landolfi rimane ai margini del panorama intellettuale della sua epoca, ma è assolutamente rappresentativo della crisi esistenziale dell’uomo del Novecento: l’incomunicabilità, la rappresentazione letteraria come lente deformante della realtà sono prerogative onnipresenti nella scrittura landolfiana, nell'ambito di quel filone della prosa che oltrepassa i limiti del reale in direzione del fantastico. (Marta Ferri)
Conversazione con se stessi
Il valore terapeutico della scrittura
Scrivere ci fa a volte trovare le parole per esprimerci e ci chiarisce sentimenti confusi, incertezze, ambivalenze dentro di noi. Quando siamo bloccati da angosce, nevrosi, sentimenti che non riusciamo a tirar fuori, magari solo perché ce ne vergogniamo o perché temiamo possano non piacere agli altri, essa può assumere un valore terapeutico. (Roberta Andres)
Girando a vuoto sul parquet
Un mondo al di là del reale
I versi di Mario De Santis volteggiano ne Le ore impossibili come le figure di una danza, che ha i suoi ritmi ma anche le sue imprevedibili trasgressioni, le sue libertà di movimento. Anche scrivere, per De Santis, è una danza, che ha tra l’altro la fantasia e la necessità figurale, oltre alla leggerezza e la tragedia, di un tango argentino (Roberto Caracci)
L'amore nelle stagioni in fuga
L'esperienza cosmica di Daniele Piccini
Con Altra stagione, Daniele Piccini disegna il reticolo di un canzoniere che pur utilizzando immagini e motivi della tradizione italica conserva una sua struggente modernità. Ardere nel presente vuol dire essere sottoposto a un processo alchemico di trasformazione, affrontare una dolorosa partenogenesi. Vivere non è solo metamorfosi, ma anche desiderio di ripartire ogni volta dallo zero assoluto del ventre e l’amore riporta nel sangue questo desiderio di origine (Roberto Caracci)
Le parole in viaggio del coltivatore nomade
Lo sguardo impermanente del viaggiatore
Un misterioso viaggiatore, Giano, nella finzione narrativa di Sguardo di transito cede il plico dei suoi racconti di viaggio all’autore – Franco Romanò – affinché questi vi metta ordine. La sua frustrazione di viaggiatore solitario (Lisbona, Berlino, Sudafrica, Sudamerica, Venezia, Damasco, Portogallo, Messico, Cuba, Siria...), che sceglie di non viaggiare più e ritirarsi in un fazzoletto di terra- dopo aver rifatto quasi il percorso di Alessandro Magno - va al di là della dimensione individuale, ma riguarda anche il livello di una umanità che ha smarrito il senso del dialogo fra diversi e, malgrado l'unità del mondo globalizzato, della comunione (Roberto Caracci)
Passione di conoscenza e verità della poesia
Equivalenza tra scrittura poetica e scrittura saggistica
Come mai, in un’epoca di distruzione della tradizione, il rapporto tra Poesia e Filosofia si è fatto così stringente? Cerchiamo di capire (parte I) come la vita tenti di farsi intelligibile attraverso il linguaggio, e come Poesia e Filosofia procedano unitariamente in questo compito di trasparenza, in cui tentano di ritrovare la loro unità originaria (Tiziano Salari)
Le asine di Saul, sparpagliate nei sentieri infiniti della vita
Uno spazio nuovo di congiunzione nella scrittura per la Poesia e la Filosofia
Il “persiano” che si aggirasse nel nostro attuale panorama poetico e filosofico e tentasse di capire le distinzioni metodologiche della critica o i diversi approcci filosofici rimarrebbe interdetto di fronte alla grande quantità di libri poetici e filosofici che si stampano, rispetto al relativo scarso numero di lettori delle stesse opere, di fronte alla proliferazione di piccole o medie case editrici, rispetto ai tre o quattro grandi editori che decidono le leggi del mercato editoriale, insomma di fronte a tutta una serie di fenomeni prima ancora sociologici che letterari (Tiziano Salari)
La ricomposizione dell'universo poetico pensante
Verso una convergenza tra poesia e filosofia, tra lirismo e speculazione, tra mito e logo
Tiziano Salari propone una ridefinizione dello spazio poetico-letterario mediante l'abbattimento di quelle colonne d’Ercole che limitano e frustrano la navigazione del testo letterario, le classificazioni e le gerarchie che sono fini a se stesse, contro una critica letteraria che, dietro a Benedetto Croce, rinuncia a dialogare col testo per imbalsamarlo con bocciature o promozioni. La scommessa di Salari è di recuperare l’antica origine del linguaggio letterario, che era insieme un linguaggio del pensiero, e viceversa, quello di grandi pensatori che si sono espressi con un linguaggio letterario. (Roberto Caracci)
*
«L’aria che la sbatt nel nient di omm»
Appunti su
Aria de la memoria, Poesie scelte 1973-2002
L’accostamento simbolico tra la mobilità dell’aria e quella del tempo dona, da una parte, alla poesia di Franco Loi – che nel dialetto trova quella flessibilità che manca alle lingue nazionali del monopolio – un tocco costante di struggente dolorosa ebbrezza; dall’altra la felicità di collocarsi al centro del mutamento delle cose. Il compito che si è dato è quello di ascoltare, adattandovi il proprio orecchio, il gran ritmo danzante dell’universo, e cercare di tradurlo. Così nasce la gamma polimorfica e complessa di differenti registri linguistici che caratterizza la sua poesia, in cui campeggia la tematica della memoria e del ricordo (di Roberto Caracci).
*
Sullo scaffale, a portata di mano
Letteratura, adolescenza e romanzo di formazione
Dove collocare il romanzo di formazione, comunque adatto all’adolescenza? Tra la letteratura per ragazzi o a fianco ai classici? O, come qualcuno tenta, in uno spazio tutto suo? (di Antonio Fiori)
Una scrittura nuova... o solo stanca?
*
Un'antologia in sloveno raccoglie un campione significativo della narrativa breve italiana contemporanea
La Letteratura italiana oggi è influenzata più dai singoli fenomeni che da veri e propri movimenti letterari. Il sistema economico non favorisce l'aggregazione, tanto meno in campo culturale. L'antologia curata da Sergio SoziCarta e carne, (Papir in meso, Beletrina, Ljubljana 2005) – stimola il dibattito sulla natura e sullo stato della narrativa italiana contemporanea, così come viene percepita dai lettori e dalla comunità letteraria.
*
L'anima... e ciò che la contiene

Un genere nato insieme alla scrittura
La poesia erotica esprime l'evolversi di stili e tecnica, rivoluzioni sociali e morali, tendenze culturali e filosofiche. Come dire che nella poesia erotica spesso si concentra un sentire profondo che racconta dell’anima esaminando la bellezza di ciò che la contiene. (di Amerio Pace)
*
Lo sguardo nostalgico degli esuli
L'eroe in lotta contro «i perigliosi varchi della Storia»
Nel 1987 Alki Zei esordisce con La fidanzata di Achille, un lungo romanzo che descrive la Parigi in cui si confrontano gli esuli, con l’ambiguità del loro sguardo e l'incapacità di integrarsi nella comunità di compatrioti di cui condividono la condizione (di Valeria Consoli).
*
«Non passerò come ombra nel nulla»
Càpita, un libro sull’ascolto di sé e sull’educazione all’attesa
Il romanzo a cui Gina Lagorio ha lavorato fino alla fine, spiega con precisione le lente, labilissime conquiste del suo lungo inverno di malata, racconta le ore della malattia senza pudori e reticenze, descrivendo gli stati d’animo distesi, allegri, ma anche quelli disperati (di Paolo Di Paolo).
*
Il Sacrificio Volontario
La scrittrice della “dialettica degli opposti”
Il più noto dei cinque romanzi di Karin Boye, Kallocaina, si distingue per la concezione della dittatura, che agisce come un qualcosa di interno all’animo del protagonista. Esponente di Clarté, cultrice dell'Ellade, non sopravviverà all'invasione nazista della Grecia (di Valeria Consoli).
*
Dalla Royal Society
al Santa Fe Institute

L’
effetto butterfly suggerisce che ciascuno di noi è in grado di cambiare il mondo.
Il battito di una farfalla in Cina può generare un tifone negli Stati Uniti. La complessità può essere vista come una intricata ragnatela, in cui possiamo recitare la parte dei ragni. Altrimenti non potremo che essere prede (di Luca Comello).
*
Nel corpo della poesia
Il destino di un autore va oltre l'intenzionalità delle azioni preordinate a valorizzarne l'opera.
Le antologie poetiche e i saggi di poesia costituiscono uno sforzo serio di far luce su una realtà difficile da analizzare con profondità e con ampiezza d'indagine. Un impegno documentale che si fa tassello di un composito scenario di cui bisognerebbe essere grati ai compilatori (di Giovanni Nuscis)
*
Tornare a Moravia
A quindici anni dalla morte
Come mai uno scrittore ammirato dal pubblico e incensato dalla critica, a pochi anni dalla morte sembra essere già stato dimenticato? L'analisi di Paolo Di Paolo, autore concentrato sul tema della memoria, rivisita le pagine dei quotidiani e l'abbondante saggistica dedicata alla fortuna postuma dell'opera di Alberto Moravia
«... Se metto una mano nell’acqua... Lei si immagina? Qualcosa che comincia qui e finisce al Cairo, o a Tripoli, o a Tangeri, dove potrebbe esserci qualcun altro sulla riva, anche lui con le mani in acqua... Sì, credo che sia questo il mio modo di viaggiare...»

(Daniele Del Giudice, Lo stadio di Wimbledon)
Google
Web www.italialibri.net www.italialibri.org

AUTORI A-Z
A B C D E F G
H I J K L M N
O P Q R S T U
V W X Y Z

OPERE A-Z
A B C D E F G
H I J K L M N
O P Q R S T U
V W X Y Z

SBN & RICERCHE...
Iccu
NOTIZIEITALIALIBRI
Notizie ItaliaLibri
Registrati!
Ricevi gratis i notiziari periodici con le novità librarie e le notizie di italialibri.net.
Gratis!

PROGETTO U.G.O.
Ugo


«Un romanziere non sarà mai un organizzatore di uomini. Egli ama l’organizzazione ma, fatalmente, quella dei suoi personaggi»

(Ottiero Ottieri La linea gotica )

AUTORI A-Z
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W X Y Z

OPERE A-Z
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W X Y Z

PAROLE NUOVE

Raffaello e la loggia di Amore e Psiche alla Farnesina.
La favola di Apuleio ricorda forse le vicende del costruttore
La Farnesina, costruita da Agostino Chigi presso la Porta Settimiana nel 1505 è nota agli intenditori per la sua loggia e per le decorazioni eseguite da Raffaello sul tema di "Amore e Psiche". (Elena Marocchi)
La letteratura nel cinema
Intervista al fondatore dell'«Italian Poetry Review»
Paolo Valesio insegna da trent’anni nelle università americane, dove la letteratura italiana suscita sempre un certo interesse. Più la narrativa che la poesia, più i contemporanei che i classici, grazie anche al collegamento tra cinema e letteratura, ovvero all’illustrazione cinematografica di movimenti letterari... (Maria Antonietta Trupia)
La scrittura di Pianissimo: la poetica dell’interiorità
Parte prima. Un inno alla potenza del dolore
Camillo Sbarbaro inaugura il genere novecentesco del diario in poesia, ovvero il racconto in versi di una vicenda esistenziale, un nuovo modello di autobiografia, sommessa confessione dettata a fior di labbro, «sottovoce», «pianissimo». Il poeta segna la linea di congiunzione con la tradizione di fine secolo e il punto di trapasso verso una nuova poetica: quella dell’interiorità. (Daniele Pettinari)

Una forte speranza
La guerra vista da un bambino e la seconda bomba atomica
Human Rights Watch reputa che ci siano attualmente tra 200.000 e 300.000 bambini-soldato, arruolati e in armi in venti paesi in tutto il mondo. Infanzie negate e spesso soggette a orribili violenze, al servizio di bande di ribelli ma spesso anche di forze governative, partecipano a pieno titolo e a tutti gli effetti al combattimento. Vengono mandati avanti per individuare campi minati, compiere missioni suicide, fungere da collegamento come spie, messaggeri o vedette. (Rania El Mansour)
La ruspa e il fuoco
La memoria delle cose
L'osservazione degli esseri umani e dei rifiuti che essi producono in Le radici del silenzio, di Roberto Caracci, porta a una riflessione sul materiale di scarto con cui si è abituati a convivere e che, in tempi di raccolta differenziata, si è imparato a ri-conoscere, ma anche a conoscere nelle sua compiutezza e in quella tendenza di alcuni “articoli” a prender vita, fuori tempo massimo, sotto altre sembianze... (Redazione Virtuale)
Un testimone del Novecento
Tra rigore morale e impegno intellettuale
Emilio Lussu fu un eminente testimone del Novecento italiano. Attraverso appassionate descrizioni della vita in trincea e, successivamente, dell'esperienza dell'opposizione al regime fascista e all'impegno socio-politico a favore della rinascita della sua terra, spesso a rischio della propria incolumità fisica, ha rappresentato con coscienza gran parte del Novecento italiano. (Ademario Lo Brano)


ALTROVE






Pubblica annunci su ItaliaLibri
Pubblica annunci Google AdWords su ItaliaLibri
http://www.italialibri.net - email: - Ultima revisione Mer, 15 mag 2008